Slideshow Image 1 Slideshow Image 2 Slideshow Image 3 Slideshow Image 4 Slideshow Image 5 Slideshow Image 6

PRU Lecce

Programma di Recupero Urbano - Quartiere Rudiae

  • Committente:
    Comune di Lecce
  • Anno:
    2002
  • Tipo:
    urbanistica/territorio
  • Status:
    in costruzione
  • Team:
    arch. Fernando Russo
  • Consulenti:
    arch. D. Vocino, arch. G. Di Gesù, dott. V. Puolato, dott. S. Adamo, arch. D. Aiello, arch. F. Maenza
  • Superficie:
    170.000 mq
  • Localizzazione:
    Lecce - Italia
 

Il Piano di Recupero Urbano di iniziativa comunale ha individuato come area di intervento il Quartiere Rudiae, zona San Pio ed ex Case Magno, dove la presenza di nuclei di edilizia residenziale pubblica presentano un alto degrado fisico e di marginalità sociale, nonostante la contiguità con il Centro Storico e la presenza di attrezzature di livello urbano superiore, come Università e Villa Reale. Gli obiettivi del PRU sono: riqualificazione del tessuto urbano, attraverso interventi (in atto) di ristrutturazione urbanistica demolizione e ricostruzione degli edifici di ERP; recupero delle funzionalità del quartiere attraverso il sistema viario e la dotazione di urbanizzazioni primarie e secondarie; integrazione funzionale e sociale attraverso la riqualificazione della centralità urbana localizzata nel quartiere; riorganizzazione del sistema della mobilità e accessibilità al quartiere, attraverso interventi di nuova viabilità locale di collegamento con la viabilità di scorrimento. La riqualificazione dei nuclei di edilizia residenziale pubblica può costituire un'importante occasione di riassetto, funzionale e morfologico, dell'intero quartiere. Attualmente, spazi e attrezzature pubbliche sono collocati in maniera casuale entro il denso tessuto residenziale, occupando semplicemente degli spazi, senza integrazione con le residenze e senza interconnessione degli spazi di relazione. Tema progettuale e obiettivo del PRU diventa quindi la riqualificazione del quartiere anche attraverso la ridefinizione dei suoi spazi di relazione (viali alberati, piazze, aree pedonali, spazi verdi, ecc.) e la progettazione di un sistema di luoghi centrali in grado di elevare il livello di qualità e di riconoscibilità del quartiere oltrechè di integrazione con i quartieri limitrofi ed in particolare con il centro storico.