Slideshow Image 1 Slideshow Image 2 Slideshow Image 3 Slideshow Image 4 Slideshow Image 5 Slideshow Image 6
logo-tuv

practice

Lo studio di progettazione è stato fondato nei primi anni ’80 dall’arch. Fernando Russo con la consapevolezza che il compito dell' architetto è difendere le cose semplici ed educare al bello senza prosopopea e senza vanità: una missione umile, ma importante.
Dagli anni ’80 ad oggi  è avvenuto un continuo incremento delle attività: sono stati elaborati numerosi progetti e tra le opere realizzate si possono ascrivere cattedrali, castelli, palazzi gentilizi, musei e in generale numerose opere di restauro; sono state inoltre progettati e realizzati interi quartieri residenziali, ristrutturazioni e progettazioni ex-novo di edifici pubblici, centri sociali e polifunzionali, programmi e piani di recupero di vaste aree urbane e di interesse ambientale, piani regolatori, particolareggiati ed attuativi.
Attualmente fa parte dello studio lo stesso arch. Fernando Russo, a cui si affianca una èquipe che collabora stabilmente formando un team di analisi e progettazione su temi di particolare complessità, formato da giovani architetti e da esperti in diversi ambiti disciplinari, quali la diagnostica e il restauro dei monumenti, il consolidamento,  la progettazione strutturale e l’analisi delle nuove tecnologie in rapporto alla progettazione, l’impiantistica, la geotecnica, l’illuminotecnica,  l’analisi e  progettazione paesaggistico-ambientale.
La competenza professionale di ciascun componente del team in specifici settori di intervento, unita alla già collaudata esperienza nel lavoro di gruppo, sotto l’azione di coordinamento dell’architetto, rappresentano fattori determinanti per coniugare al meglio le conoscenze professionali specifiche con le competenze acquisite nelle concrete realizzazioni, le innovazioni tecnologiche e l’aggiornamento professionale con la tradizione e la sapienza quasi “artigianale” dell’esperienza di cantiere, in sostanza il  “sapere” e il “saper fare”. Ed è proprio sul "saper fare" che il team ha incentrato il proprio lavoro, muovendo i propri passi dall' aforismo missiano "quando si posano due mattoni con cura si inizia a fare architettura". L' "operare con cura" è l' ingrediente che accomuna l' èquipe di lavoro: cura nel fare bene il proprio lavoro, che altro non significa che assolvere il proprio compito nei confronti del mondo, del mondo che è e del mondo che verrà. Cura del progetto significa, oltre a conoscere il proprio compito, conoscere la qualità dei materiali da impiegare e avere "cura" nell' impiegarli. 
Per raggiungere tali finalità particolarmente idonee risultano le risorse umane che lo studio professionale è in grado di mettere in campo.
Punti di forza dell'organizzazione sono: la competenza operativa approfondita sulle normative tecniche e procedurali che presiedono alla realizzazione degli incarichi pubblici; la competenza nel campo del restauro maturata con gli studi post-laurea ed affinata con la  realizzazione di numerosi interventi progettuali e di direzione dei lavori;  la competenza specialistica nella quantificazione e nella valorizzazione tecnico-economica dei progetti che è andata progressivamente affinandosi potendo offrire garanzie professionali sulla completezza, la cantierabilità; il Servizio Progettazione interno composto da architetti, ingegneri e tecnici di sperimentata esperienza.
L’impegno intellettuale dell’architetto non si è limitato all’esercizio professionale, ma ha spaziato  anche in una più vasta attività culturale, con la pubblicazione di libri e la partecipazione come relatore a convegni e seminari di studio.
Nel 2012 lo studio, completando la sua evoluzione verso forme più compiute di lavoro in èquipe, decide di sancire anche formalmente il suo carattere interdisciplinare, diventando FèRiMa studio.